Best Workplaces: il miglior posto per lavorare in Italia è l’Hilton

  • Best_Workplace_2017
  • Best_workplaces

Per la 15a edizione del Best Workplaces ad aggiudicarsi il podio è una società di servizi. Questo quanto stabilito dalla classifica stilata dal Great Place to Work Institute per i migliori posti dove lavorare secondo le varie analisi sugli ambienti lavorativi date anche dagli stessi lavoratori che incidono sulla valutazione finale per i due terzi del verdetto. Nelle edizioni passate a vincere abbiamo trovato sempre aziende straniere ma in genere si trattava di gruppo dell’It come ad esempio Microsoft oppure la Dow Chemical, vincitrice per lo scorso anno.

Quest’anno invece per il miglior posto lavorativo italiano troviamo proprio l’Hilton, presente nella competizione solo per il secondo anno e che ha scavalcato quattro posizioni per aggiudicarsi il primo posto. A seguire la compagnia assicurativa online ConTe.it, del gruppo britannico Admiral Group, e American Express.

Quest’anno hanno vinto i servizi alle persone tra hotellerie, assicurazioni e retail — commenta l’amministratore delegato di Great Place to Work Italia Alessandro Zollo — cioè aziende in cui le persone hanno diretto contatto sui clienti ed è evidente che, se stanno bene sul posto di lavoro, ci guadagna anche la relazione con il cliente e di conseguenza l’azienda”. Un valore aggiunto molto importante quello di dare soddisfazione ai propri lavoratori perché il legame tra crescita del business e ambiente interno è da sempre molto stretto.

Per il vincitore 2017 parla il direttore delle risorse umane degli hotel in Italia Fausto Ciarcia: “La nostra strategia si basa sul coinvolgimento dei team member (così chiamiamo chi lavora con noi) nelle decisioni aziendali“. Importante vedere come gli hotel della catena diano particolare attenzione alle nuove generazioni e ai millennials, utilizzando strumenti di lavoro che sono più in linea con le loro abitudini. La comunicazione avviene attraverso le App e importante è anche l’utilizzo dei social network per condividere le varie informazioni. Sempre un punto a loro favore, calcolato sulle nuove generazioni, è la sensibilità all’impatto ambientale e sociale. Il gruppo ha una partnership con la onlus Equoevento e il Banco Alimentare per fare in modo che le eccedenze di cibo non vadano sprecate.

Vincitrice su 122 aziende partecipanti e con la consapevolezza anche da parte delle aziende italiane dell’importanza dell’ambiente di lavoro da analizzare per migliorarlo, con 47 aziende nostrane in gara. Il podio delle medium companies è formato da Cisco Systems (It) e a seguire Amgen (biotecnologie) e Vetrya (It). Tra le medie, nelle prime dieci posizioni cinque sono italiane. Per le small si registra il primo posto di Cadence Design Systems (It), il secondo di Volvo Servizi Finanziari ( credito) e il terzo di ETAss (Hr).

Categorie

About the Author: